Curare i capillari con il Laser

Tecnologia Laser

Uno dei rimedi ad oggi più importanti per il trattamento dei capillari (ma non solo) è quello che avviene per mezzo della innovativa tecnologia laser, detta anche tecnologia a luce pulsata: generalmente questo trattamento permette di combattere, tra l’altro, anche gli antiestetici capillari con ottimi risultati, purché il trattamento sia preceduto da una seria valutazione medica e seguito da rispetto delle normali regole volte ad evitare un’eventuale recidività.

Promea garantisce un ottimo trattamento dei capillari grazie alla più avanzata tecnologia laser o luce pulsata, una tecnica che non distrugge gli strati superficiali della pelle ma ha l’obiettivo di stimolare la produzione di nuovo collagene attivando le cellule.

Il laser non è una tecnica invasiva, non è doloroso, ed è facilmente tollerato dai pazienti, i quali avvertono generalmente solo un lieve pizzicore.

Il trattamento avviene per mezzo della piattaforma Palomar Lux RS, che consente di raggiungere l’obiettivo di eliminazione dei capillari per mezzo di una tecnologia sicura, confortevole ed assolutamente non pericolosa. Questa piattaforma, inoltre, si adatta al trattamento di diverse problematiche ed è quindi rivolto al trattamento di diverse patologie semplicemente cambiando il manipolo da installare.

In relazione al trattamento dei capillari, il manipolo più utilizzato è il Palomar Lux1064™, che vanta le seguenti caratteristiche: lunghezza d’onda 1064 nm, dimensione spot 1.5, 3, 6 e 11 millimetri, fluenza massima 700 J/cm2 (variabile a seconda della dimensione spot), ampiezza impulso 1-100 ms, con ottima profondità di penetrazione.

Abbiamo però accennato che, a seconda dei manipoli utilizzati, la piattaforma può essere utilizzata anche per altri tipi di patologie, occupandosi, ad esempio, di ringiovanimento cutaneo, terapia dell’acne, e depilazione permanente. In relazione a quest’ultimo, Palomar Lux RS si propone anche come ottimo strumento per la riduzione del pelo, con obiettivo cromoforo sulla melanina presente sul pelo, agendo in particolare su bulbo, matrice, cellula del gambo e protuberanza. Lo strumento si basa sulla teoria estesa della fototermolisi selettiva, che parte dall’assorbimento da parte del cromoforo, diffusione del calore e distruzione delle cellule del gambo.

L’aumento della temperatura dell’epidermide è 1,5 volte più elevato nel caso di sequenza di multi impulsi rispetto all’impulso omogenea di tipo Lux vs. la inpulso omogenea Lux.

I manipoli a luce pulsata LuxR™ & LuxRs consentono un trattamento importante di riduzione del pelo sulle pelli più scure: il primo ha come caratteristiche una lunghezza d’onda: 650 – 1200 nm, dimensione spot: 16 x 46 mm, fluenza massima: 45 J/cm2, ampiezza inpulso: 5 – 400 ms; il secondo ha invece come caratteristiche una lunghezza d’onda: 650 – 1200 nm, dimensione spot: 12 x 28 mm, fluenza massima: 70 J/cm2, ampiezza inpulso: 5 – 400 ms.

Il trattamento per mezzo di questi manipoli offre risultati garantiti con numero di sedute variabili a seconda della quantità di pelo da eliminare. Si calcola, ad esempio, che su un soggetto maschile con moderata quantità di pelo sulla schiena si abbiano risultati interessanti in soli sei trattamenti, anche se la valutazione va sempre effettuata a seconda del caso personale.

Per ottenere i risultati desiderati è solitamente necessario un ciclo di diverse sedute, ciascuna delle quali intervallata ad una distanza di 2 – 3 settimane.

In relazione all’eventuale preoccupazione in merito alle regole da seguire post trattamento, bisogna affermare che esso non impedisce e non preclude una normale vita ed un normale relazionarsi con altre persone.

Da aggiungere c’è davvero poco: i risultati parlano da soli, le foto sono prese da casi reali.