Seleziona una pagina

Emergenza Coronavirus

Con l’impegno comune di garantire il pieno rispetto di quanto indicato nei Provvedimenti Normativi Nazionali e Regionali emanati per fronteggiare l’emergenza Covid-19 si riportano alcune indicazioni che si prega cortesemente di adottare prima di accedere in Promea:

  1. In caso di febbre superiore a 37,5 °C, tosse, o difficoltà respiratoria, non accedere alla Struttura, ma contattare telefonicamente i nostri operatori tramite il numero 011/6640800 oppure inviare una mail all’indirizzo prenotazioni@promea.net.
  2. Presentarsi all’appuntamento con circa 10 minuti di anticipo, non prima.
  3. Giungere all’appuntamento senza accompagnatori, se non strettamente necessario (in caso di disabili, anziani, minori, donne in gravidanza).
  4. Indossare una mascherina protettiva, guanti ed eventualmente munirsi di penna.
  5. All’ingresso verrà eseguito breve Pre-Triage di conferma con la misurazione della temperatura corporea tramite termometro che non richiede il contatto. Se possibile, consegnare il Questionario di Pre-Triage ricevuto via mail all’atto della prenotazione o scaricato a questo link che deve essere stampato e compilato in ogni sua parte.
  6. All’interno della Struttura gli operatori segnaleranno gli appositi erogatori contenenti soluzioni disinfettanti per sanificare le mani.
  7. Evitare qualunque tipo di assembramento rispettando le indicazioni organizzative presenti all’interno della Struttura.

Certi della collaborazione, supereremo uniti questa emergenza internazionale.

Test sierologici COVID-19

Test Sierologici

Promea propone il dosaggio degli anticorpi IgG ed IgM anti Sars-CoV2 mediante il metodo CLIA (Chemiluminescense Immunassay) autorizzato dal Ministero della Salute, utilizzando kits diagnostici marcati CE.

Il dosaggio degli anticorpi IgG ed IgM antiSARS-CoV2 è di tipo esclusivamente qualitativo in quanto le unità di misura utilizzate per misurare il livello degli anticorpi presenti sono AU (= Unità Arbitrarie), non essendo al momento disponibile uno standard internazionale di riferimento con cui tarare il metodo diagnostico.

Il dosaggio degli anticorpi antiSARS-CoV2 consente di valutare l’eventuale avvenuto contatto con il virus e non di porre diagnosi di COVID in atto, ottenibile mediante la ricerca diretta dell’RNA virale su tampone naso-faringeo.
Al momento, non esistono evidenze sul tempo effettivo di permanenza in circolo e sulla efficacia protettiva degli anticorpi.

Il test sierologico di ricerca degli anticorpi fornisce le seguenti informazioni:

  • presenza di sole IgM (con IgG assenti): probabilità molto alta di contatto con il virus in un periodo recente, ma comunque superiore ai 5-7 giorni;
  • presenza di IgM e di IgG in contemporanea: probabilità piuttosto alta di contatto con il virus in un periodo antecedente di circa 12 – 25 giorni;
  • presenza di sole IgG (con IgM assenti): probabilità molto alta di pregresso contatto (almeno antecedente ai 22 – 25 giorni) e probabilmente di susseguente immunizzazione;
  • assenza sia di IgM sia di IgG: esistono tre possibilità interpretative:
    1. alta probabilità di non aver avuto contatti con il virus;
    2. infezione recentissima (meno di 5 – 7 giorni) in cui non è ancora iniziata la produzione di anticorpi. Tale evenienza è rara ma possibile e, in caso di paziente sintomatico, orienta verso una ricerca diretta del virus mediante tampone o verso una ripetizione del test sierologico dopo 1 o 2 settimane;
    3. mancata risposta immunologica dopo l’infezione (evenienza presente nel 5-10% di tutte le malattie infettive) o limite del test diagnostico, la cui specificità è del 90-95%.

Per info e prenotazioni visitare la pagina dei contatti